Home Bando "Dal sogno al Progetto" Dal Sogno al Progetto – L’Acqua fa Scuola!

Dal Sogno al Progetto – L’Acqua fa Scuola!

188
0

La docente, Silvia Palumbo, dell’ Istituto Comprensivo “Padre Minozzi” di Matera è stata la referente del progetto “L’acqua fa scuola”, vincitore sia del Bando della Fondazione Amiotti “Dal Sogno al progetto per la mia città” sia è stato scelto per rappresentare la scuola nella rete delle Scuole dell’Unesco. La docente, insieme ad altre colleghe, ha lavorato a classi aperte e in verticale all’interno dell’IC tracciando uno straordinario percorso di scoperta delle eccezionali ricchezze storiche, artistiche e naturalistiche del territorio materano. Le classi coinvolte sono state la V B della Scuola Primaria plesso “Minozzi” e le classi II B e II D a Tempo Prolungato della Scuola Secondaria di I grado “N. Festa”. Le Piccole Guide hanno avuto modo di verificare le abilità e le competenze  interiorizzate accompagnando nei tre percorsi lungo il Sasso Barisano, il Sasso Caveoso e verso il Torrente Gravina i loro coetanei di diverse scuole della città. Tutto ciò ha permesso di consolidare nei ragazzi la consapevolezza e il senso di appartenenza alla città e alla sua cultura, da tutelare e valorizzare nel loro presente di piccoli cittadini e nel futuro di adulti più responsabili. Le Piccole Guide, forti della straordinaria esperienza compiuta, hanno poi immaginato di fondare una Scuola del Territorio, adottando un antico monastero ubicato nel cuore dei Sassi, una struttura duecentesca gestita dall’Ente Parco della Murgia Materana. Grazie alla sua ampia struttura architettonica, ricca di aule, terrazzi e cortili, si è immaginato di svolgere lì delle lezioni con metodi non formali, utilizzando i molteplici spunti didattici e multidisciplinari offerti dalla città e dal territorio circostante. Le Piccole Guide hanno così deciso di divenire i custodi di quell’elemento naturale che ha dato origine all’uomo e alle sue molteplici attività: l’Acqua! Proprio i complessi sistemi di canalizzazione delle acque piovane, disseminati tra i Sassi e il Parco, hanno fatto sì che Matera rientrasse nella lista del Patrimonio Unesco. Obiettivo principe è che la “Scuola del Territorio” diventi un punto di riferimento per l’intera città, per ideare e concretizzare progetti di studio su tutti i sistemi di raccolta delle acque realizzati dall’uomo, senza confini di tempo e di spazio: scoprire e valorizzare tutte le soluzioni ingegnose al pari di quelle presenti nella nostra città per proteggere quella risorsa vitale ormai definita “oro blu” a causa della sua drammatica carenza dovuta a sprechi e a speculazioni. In tutta la progettazione è stata fondamentale la scoperta della Metodologia del Project Management, con la quale i ragazzi si sono sentiti subito a loro agio.