Home prodotto 2.1 ANTROPOLOGIA e SATIRA: per educare alla cittadinanza attiva e scoprire i talenti

2.1 ANTROPOLOGIA e SATIRA: per educare alla cittadinanza attiva e scoprire i talenti

Chiara Carletti – formatrice

2.1 ANTROPOLOGIA e SATIRA: per educare alla cittadinanza attiva e scoprire i talenti

139,00

Corso in Antropologia educativa (con un approfondimento sulla satira e l’ironia)

Descrizione

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinFacebooktwittergoogle_pluslinkedin

* Segnaliamo che il corso potrebbe essere riconosciuto tra le spese ammissibili della Carta Docenti

La circolare Prot. 15219 del 15 Ottobre 2001 “Carta del Docente, Indicazioni operative”, prevede tra le modalità di utilizzo il seguente punto F:

In riferimento alle iniziative coerenti con le attività individuate nell’ambito del Piano Triennale dell’Offerta Formativa delle Istituzioni Scolastiche e del Piano Nazionale di Formazione di cui all’Art.1, comma 124, della Legge n° 107/2015″, è  possibile utilizzare  la carta docente se il corso viene riconosciuto dal dirigente all’interno del piano formativo del proprio Istituto, che può decidere a quel punto di promuoverlo, essendo tutte le scuole anche agenzie formative.

Il programma del corso è assolutamente coerente con il PNSD e dovrebbe quindi essere riconosciuto tra le spese ammissibili. L’Associazione Educatori Rinascimente non garantisce la sicura spendibilità del corso in oggetto in quanto l’ammissibilità della spesa è a carico dei singoli Istituti. I docenti che volessero una garanzia in proposito prima dell’acquisto sono quindi invitati a verificare con i Dirigenti ricordando il punto F sopra citato.

 

Schermata 2017-02-10 alle 01.24.05

FORMAZIONE

L’Antropologia per un’educazione alla cittadinanza attiva

Destinatari, edizioni e costi:

Destinatari: insegnanti della Scuola Primaria e Secondaria di primo grado.

Modalità: Seminario in presenza (minimo 15 partecipanti – max 40).

N° di ore di corso: 18 ore, di cui le prime 9 fruite in 2 giorni (6+3) o 3 (3+3+3) consecutivi, le seconde 9 ore a distanza di un mese. A queste si aggiungono 2 ore on line, via webinar, di approfondimento dopo il corso in presenza.

Prossime edizioni: A richiesta presso il proprio Istituto (min. 15  partecipanti). Le iscrizioni chiuderanno dieci giorni prima della  data di inizio corso. Per info scrivere a [email protected]

Costi: € 139 a persona + IVA 22% se applicabile (N.B. Non applicabile agli Associati “Educatori Rinascimente”)

Obiettivi:

Il percorso formativo proposto dall’antropologa culturale ed esperta didattica, Chiara Carletti, parte da una riflessione sull’antropologia, intesa come disciplina di frontiera in grado di fornire, a chiunque lo desideri, gli strumenti più adeguati per la comprensione dell’Altro e per affrontare la complessità della società contemporanea. L’inclusione, infatti, così come lo sviluppo di tutti i talenti e linguaggi espressivi, parte proprio da questo presupposto.

  • Fare dell’antropologia un sapere aperto e alla portata di tutti;  
  • Fornire gli strumenti più adeguati per la comprensione dell’Altro e per affrontare la complessità della società contemporanea

Contenuti del corso:

Il formatore ha il compito di trasmettere agli insegnanti quegli strumenti che gli consentiranno di educare i propri alunni secondo una forma mentis adatta ad affrontare quello che la complessità e imprevedibilità del futuro sembrerebbe richiedere: autonomia di pensiero, consapevolezza, senso critico, capacità di usare le conoscenze per interpretare e affrontare la realtà. In altre parole educare alla cittadinanza attiva, sviluppando talenti, abilità e competenze di futuri cittadini curiosi ed empatici, creativi e critici, autonomi e collaborativi. Il presupposto dal quale ogni insegnante deve partire è comprendere l’importanza di “imparare facendo”, accettando di mettersi ed essere messi in gioco. Attraverso l’antropologia e con l’avvallo dello “strumento” satira (declinata nelle forme dell’ironia e autoironia), si cercherà di superare le tradizionali dicotomie mente – corpo, ragione – emozioni, noi – loro, identità – alterità, didattica tradizionale – didattica del fare, mettendo in discussione tutto ciò che ha la pretesa di essere “vero”. La satira, grazie al contributo del satirist e vignettista Corvo Rosso, al secolo Furio Sandrini,  è qui intesa come il linguaggio antiretorico per antonomasia, in grado di favorire l’esercizio dell’autonomia critica, tanto individuale quanto collettiva.

Competenze coinvolte: comunicazione nella madrelingua; consapevolezza ed espressione culturale; competenze sociali e civiche. Comunicare, collaborare e partecipare, agire in modo autonomo e responsabile. Intelligenze coinvolte: artistica, emotiva, personale, interpersonale.

 

Argomenti trattati:

  1. Scuola come comunità
  2. A cosa serve la satira;
  3. Antropologia come “sapere ironico”;
  4. L’invenzione dell’Altro;
  5. Identità – Alterità, Noi – Loro;
  6. Perché abbiamo bisogno della cultura?;
  7. Didattica attiva o “didattica del fare”: alla scoperta dei propri talenti;
  8. Inclusione e intercultura;
  9. Mente – corpo – emozioni: un approccio olistico all’individuo;
  10. “Liberatorio”: lavoro a coppie. La satira è il tramite per l’esercizio dell’autonomia critica.

Docente:

Chiara Carletti

Antropologa culturale, formatrice alla continua ricerca di nuovi stimoli e linguaggi espressivi. Vuole fare dell’antropologia un sapere alla portata di tutti, specie degli insegnanti a cui spetta il compito di formare i cittadini di domani.

Ha svolto numerose ricerche in Italia e negli Stati Uniti. Grazie al supporto della Fondazione Enrica Amiotti, per la quale lavora da oltre 5 anni, si è occupata di pari opportunità di genere, didattica attiva e inclusiva e nuove tecnologie applicate alla didattica. Maggiori info su: www.creasiena.it/gruppolavoro/chiara-carletti

schermata-2016-11-14-alle-12-36-09

schermata-2016-11-14-alle-12-36-15

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinFacebooktwittergoogle_pluslinkedin

Ti potrebbe interessare…