Home Bisogni Educativi Speciali Una piccola scuola di collina – Roberta Farinelli

Una piccola scuola di collina – Roberta Farinelli

138
0

La maestra Roberta Farinelli della piccola scuola di collina di “San Martino” in Trignano, appartenente all’IC di Spoleto 1, ci racconta un tipo di didattica laboratoriale e innovativa, perlopiù a costo zero. Ne sono un esempio il laboratorio sulle dinamiche di gruppo e la gestione della rabbia, chiamato “Coping Power Program”, oppure quello del teatro o, ancora, il laboratorio di matematica e geometria fatte attraverso il corpo.

La didattica laboratoriale è un forte strumento di inclusione, perché non lascia indietro nessuno. Ogni alunno ha la possibilità di esprimere se stesso e le proprie convinzioni, abituandosi a sentirsi valorizzato per quello che pensa e per quello che sa fare: in ogni classe troviamo il bambino intuitivo che in poco tempo si appropria degli strumenti di apprendimento, li agisce e li riconosce. Per questi bambini la scuola fa poco, ma fa poco anche per coloro che invece hanno bisogno di comprendere un fenomeno o una formula vivendola, interagendo con gli altri, facendo con le mani e con la mente. La didattica laboratoriale consente sia agli uni che agli altri di vivere serenamente esperienze di apprendimento, a diversi livelli di strutturazione, divertendosi e imparando da chi sta loro intorno.

DOCUMENTAZIONE

Qui è possibile scaricare il primo Quaderno “Didattica del fare”. Il “Coping power program” o laboratorio per la gestione della rabbia, è stato uno dei laboratori selezionati per la seconda annualità del progetto.

Qui il sito dell’IC di Spoleto 1 “Della Genga- Alighieri”