Home Didattica digitale Bando “In estate si imparano le STEM”
Bando “In estate si imparano le STEM”

Bando “In estate si imparano le STEM”

0
0

L’ASSOCIAZIONE EDUCATORI RINASCIMENTE ADERISCE AL BANDO “D’ESTATE SI IMPARANO LE STEM”

Qui è possibile scaricare la nostra lettera di invito rivolta alle scuole che desiderano partecipare al progetto della nostra Associazione:

INVITO PROGETTO ESTATE-STEM.pdf (151 download)

Qui il progetto che proponiamo alle scuole:

Progetto ESTATE STEM - AER (346 download)

Il nostro progetto è solo indicativo e può essere personalizzato seguendo le particolari necessità e preferenze delle singole scuole. In “Mente-Corpo-Cuore: alla scoperta dei suoi talenti” abbiamo previsto 4.000 € per i formatori dell’Associazione Educatori Rinascimente comprensivi  dei costi di permanenza e viaggio. Sono altresì previsti 3.500 € per strumenti e materiali: stampante 3D, materiali per la robotica e per Didalab.

A questo link le schede relative agli Educatori di Rinascimente che conducono i cinque laboratori del progetto “Mente, corpo, cuore: alla scoperta dei tuoi talenti”.

C’è tempo sino al 28 Febbraio 2017 per aderire al bando relativo ai campi estivi  con l’obbiettivo di promuovere la cultura scientifica tra le studentesse e gli studenti delle scuole primarie e secondarie di primo grado.

Il Dipartimento per le pari opportunità della Presidenza del Consiglio che ha stanziato 1 milione di euro per l’attuazione dell’iniziativa “IN ESTATE SI IMPARANO LE STEM – Campi estivi di scienze, matematica, informatica e coding” ha esteso di un mese  i tempi per la partecipazione all’iniziativa,  in considerazione delle condizioni climatiche avverse che hanno visto la chiusura di numerosi istituti scolastici nel mese di gennaio. Con l’ estensione temporale del bando è stato anche corretto un errore materiale contenuto nell’articolo 8 del bando,.

L’iniziativa  prevede il finanziamento di progetti per la realizzazione di percorsi di approfondimento in materie scientifiche (matematica, cultura scientifica e tecnologica, informatica e coding) da svolgersi nel periodo estivo rivolti prevalentemente alle studentesse, ma anche a studenti, delle scuole elementari e medie (primarie e secondarie di primo grado).

Il bando, tenuto conto che i destinatari sono le istituzioni scolastiche primarie e secondarie di primo e secondo grado, è disponibile, di intesa con il Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca, sulla piattaforma telematica www.monitor440scuola.it.

I soggetti che possono candidarsi a partecipare al bando per l’erogazione dei percorsi di approfondimento, sono, oltre alle scuole primarie e secondarie di primo grado (i cui studenti sono i beneficiari dei progetti), le istituzioni scolastiche di secondo grado, anche in collaborazione con Università e con enti pubblici e privati, associazioni, imprese e fondazioni che abbiano maturato esperienze e competenze specifiche nelle materie di riferimento.

Alla base dell’iniziativa è l’esigenza, da un lato, di superare gli stereotipi e i pregiudizi che alimentano il gap di conoscenze tra le studentesse e gli studenti rispetto alle materie STEM, nell’ambito del percorso di studi nonché nelle scelte di orientamento e professionali, e dall’altro di favorire la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro, incentivando le istituzioni scolastiche a tener aperti i propri locali per iniziative formative almeno per due settimane durante il periodo estivo, il periodo, cioè,  in cui i genitori hanno maggiori difficoltà nella conciliazione dei tempi di vita e di lavoro.

Per agevolare l’attivazione di percorsi in collaborazione tra le scuole e gli altri soggetti con competenze nelle materie STEM (Science, Technology, Engineering, Maths), lo scorso 10 novembre il Dipartimento per le pari opportunità ha pubblicato un avviso di manifestazione di interesse per la costituzione di un elenco, al quale hanno aderito enti pubblici e privati – comprese Università, enti di ricerca, associazioni, imprese e fondazioni – interessati a collaborare sulle iniziative per la promozione delle pari opportunità nelle materie STEM a cui si può far riferimento.

L’iscrizione all’elenco è tuttora aperta

Ecco l’elenco dei soggetti, che verrà periodicamente aggiornato, di cui le scuole potranno eventualmente avvalersi.