Home I nostri corsi SgabuzStoria: la Storia…in/da uno sgabuzzino. Un uso possibile degli spazi scolastici
0

SgabuzStoria: la Storia…in/da uno sgabuzzino. Un uso possibile degli spazi scolastici

0
0

Comunque si metta, varie e oggettive sono le difficoltà di approccio alla Disciplina per insegnanti, alunni e alunne, famiglie.

Proviamo allora a cambiare registro, confrontandosi con la costruzione dei saperi storiografici, delle competenze disciplinari e soprattutto trasversali mediante un fare per saper essere valido oltre il contesto scolastico: alimentiamo la dimensione laboratoriale, collaborativa,  di sensibilità creativa, spirito di iniziativa e imprenditoriale allo stesso tempo misurandosi con il canone storiografico per fondare la progettazione e l’azione educativa e didattica sull’essere più “coinvolgenti”, in primis, per noi insegnanti e, di conseguenza, per i bambini stessi.

Dunque: “SgabuzStoria – La Storia in/da uno sgabuz-zino…”: come provare a ricostruire fisicamente un’ambientazione, costruire un sito archeologico, far rivivere la “quotidianità” del mondo antico nella Scuola Primaria.

Ma prima di tutto occorre un approccio all’insegnamento della Storia dove noi docenti ci tuffiamo maggiormente nell’immaginare, nel fare, nel divertirsi impegnato, nell’essere liberi a vario titolo, per stimolare ancora di più i bambini e le bambine a essere a loro volta così.

INFORMAZIONI SUL CORSO

Formatore: Francesco del Zoppo

Francesco è docente curricolare di Primaria per 23 anni, attualmente di Educazione musicale nella Secondaria di Primo Grado. Laureatosi strumentista, dopo l’esperienza orchestrale e di ricercatore del Centro di Ricerca sulla Storia musicale livornese dell’ISSM Mascagni di Livorno, si dedica alla formazione personale nel Canto corale e nel Teatro. Da sempre si dedica alle dimensioni della sensibilità creativa e dell’autoconsapevolezza cognitiva. Sperimentando “che cosa” può offrire la Scuola come apprendimenti oggi davvero significativi, idea percorsi e ambienti di apprendimento inclusivi che vadano al di là del raggiungimento degli obiettivi e delle competenze disciplinari comunemente impostate. Francesco è su www.rinascimente.tv

 

Ambiti trasversali:

  • Didattica e metodologie
  • Metodologie e attività laboratoriali
  • Didattica per competenze e competenze trasversali;

 

 Ambiti specifici:

  • Inclusione scolastica e sociale
  • Gestione della classe e problematiche relazionali;

 

Destinatari: Insegnanti di Scuola Primaria

Obiettivi:

  • Contribuire a sostenere: motivazione, interesse, passione
  • Contribuire a sostenere: sensibilità creativa
  • Contribuire a confrontarsi: con alcune peculiarità proprie dell’insegnamento della Storia:
    • Orientamento nel tempo.
    • Decentramento della propria visione.
    • Astensione dal formulare giudizi di valore.
    • Elaborazione di un apparato concettuale privo di definizioni univoche, adatto a esprimere realtà peculiari.
    • Apertura ad altre scienze umane.
    • Consapevolezza di essere produttori di storia e parte di una comunità.

Programma:

Ingredienti (di ciascun docente):

  • Motivazione (…sarebbe…però…), 70 efg*
  • Volizione (…3,2,1 VIA!…), 70 efg
  • Emozione (…non credevo: emozionante!…), 70 efg
  • Pazienza (… è dura, ma ci siamo…), 60 EFG
  • Condivisione del “potere” (…forza, tutti insieme…), 50 EFG
  • Destrutturazione degli schemi (…cambiamo un po’…), 35 EFG
  • Disciplina storiografica (…oggi siamo una triremi nel porto di…), 25 EFG
  • Coraggio (…ci sarà chi comprende e chi no…), 10 EFG
  • Creatività (…dose minima e poi a piacere…), 5 EFG
  • Spazio a scuola (…trovato!…), q.b.
  • Segreto personale (…shhh: è segreto!…), q.b.

 

efg*: elfigrammi

 

 

Preparazione

  • Prendere gli ingredienti (non il segreto personale).
  • Mescolare, senza uso di schiavi, nella mente, nel cuore, nel corpo.
  • Riposare il composto su un triclinio.
  • Aggiungere il segreto personale.
  • Lavorare a mano per ottenere un impasto color porpora fenicia.
  • Servire a.C / d.C. (tempo ad libitum).
  • Sperimentare e porre migliorative alla ricetta.

 

L’intento è offrire spunti operativi a noi docenti per costruire e vivere il percorso di Storia provando ad avvicinare alla Materia gli alunni e le alunne mediante un approccio scientifico, ma ludico e pratico, partendo dal mondo vicino alla loro sensibilità: gioco, nuove tecnologie, espressione artistica e manuale. Sono queste le dimensioni esistenziali e operative per/nelle/delle/con le quali i bambini e le bambine vivono, poiché congenite, qualsiasi esperienza di conoscenza. Stimolati alla pratica, al dialogo e all’interazione con appropriate attività materializzano le principali caratteristiche delle civiltà scelte dagli/dalle insegnanti, ma soprattutto divertimento, gioco, passione, motivazione, interesse, metodo di studio, fatica, sforzo, soddisfazione. ll tutto si presta, inoltre, alla partecipazione dei genitori, conducendoli dalla semplice curiosità verso le esperienze dei figli alla condivisione, vedendo in famiglia crescere dei piccoli archeologi.

 

Contenuti del corso

  1. Disciplina Storia: una SgabuzStoria possibile:
  • La ricostruzione fisica di un’ambientazione e/o la costruzione di un sito archeologico.
  • Rivivere la quotidianità del mondo antico a scuola.
  • Una Storia della vita quotidiana e della cultura materiale.
  • Lo sviluppo tematico del curricolo.
  • Un approccio contenutistico: poco ma buono.
  1. Sensibilità creativa:
  • “immaginativa”
  • “cognitiva”
  1. Spirito di iniziativa e imprenditorialità.

COME PARTECIPARE

Modalità

Sperimentando le proposte operative, ci mettiamo in gioco nel cercare di riscoprire quelle dimensioni immaginative e ludiche spesso sopite in noi in quanto condizionati dalla personale  – e sociale – adultità, nonché oltremodo, nello specifico,  dall’essere docenti. Ci mettiamo inoltre sulle tracce di quel buon entusiasmo e “coraggiosa incoscienza” dei primi anni d’insegnamento. Viviamo le esperienze attuate con momenti di riflessione e confronto libero per rilevare insieme “pregi e difetti”, possibilità di modifica, miglioramento e quant’altro, e anche con flash di ambientazione teorica.

N° di ore di corso:

20 h in totale. L’unità formativa è così composta:

  • 8 h di formazione in presenza
  • 4 h di lavoro individuale di approfondimento (all’interno del piano di formazione dell’insegnante): il formatore metterà a disposizione materiale + bibliografia di riferimento;
  • 6 h di messa in campo delle attività
  • 2 h di webinar (on line) con il formatore.

 

Costo a docente: 99,00 €

Date, Orari e Sede: in corso di programmazione a partire dal mese di gennaio 2020

Attestato: Il Corso rilascia a tutti i corsisti l’attestato di partecipazione quale Ente accreditato MIUR per la formazione dei docenti ai sensi della D. M. 170/2016 per complessive 20 ore.

Sei un docente?

ACQUISTA QUI

Sei una scuola?

CONTATTACI